martedì 20 marzo 2012

Latina: i Postumi

Notte brava passata a mettere musiche bollywoodiane. Ma la cosa non mi spaventa. Tosi, membro storico del Radical Macabre Tanzkommando passa puntuale a prelevarmi: partiamo per Latina (già Littoria), dove in serata tra gli altri si esibirà LA TOSSE GRASSA. La leggenda narra di un Circolo Arci noto col nome di Sottoscala 9, che le forze del male avrebbero portato alla chiusura. Ora il bene per rimettersi in forze e riaprire ha bisogno anche del nostro aiuto, per cui nell'ambito di un festival di 5 (cinque) giorni ci esibiamo anche noi, sabato 17 marzo, meglio noto come St. Patrick per i bevitori di stout, presso lo Spazioteatro Opera Prima, che ospita la manifestazione. Durante il viaggio verifico che, misto raffreddore, misto vì, la mia voce è una merda. La cosa un po' mi spaventa, per cui rischierò l'overdose di Alpenliebe, che [SPOILER] in un momento preciso della serata si manifesterà in diarrea. A Roma preleviamo anche il piccolo NooZ, alla sua prima esibizione nel corpo di ballo, e ci rechiamo sul posto, dove veniamo subito riveriti e coccolati come vere rockstar. D'altronde, siamo vere rockstar. Mentre gozzovigliamo abusando del nostro buffet ci rendiamo conto che hanno già iniziato a suonare e che noi ci saremmo esibiti di lì a poco, puntuali! E allora via, a prepararci, mentre sul palco stanno per terminare l'esibizione gli Juro.


Montiamo sul palco con fiero orgoglio east coast e una piccola folla uscita fuori dal nulla comincia ad assieparsi. Abbiamo solo 40 minuti a disposizione per cui presentiamo la naturale scaletta dell'album inserendo tra le nuove la sola "Burzum Due", a quanto pare subito molto apprezzata! La mia voce regge, almeno fino a "Psicofarmaco", che come al solito rovina sempre il lavoro del mio vocal coach. NooZ spadroneggia, nonostante fosse la sua prima volta è già un fuoriclasse e Tosi se ne innamora subito. Durante il concerto mi telefona Claudio, e io rispondo in diretta, così ora tutto il mondo sa dove avevamo prenotato il pranzo del giorno dopo, in un posto che [SPOILER] raggiungeremo navigando. Scesi dal palco avviene un piccolo miracolo: vendiamo un sacco di cd ed ogni persona nuova che arriva viene bombardata da un passaparola virale al suono di "nonsaicheteseiperso" che ci lascia di nuovo di stucco, come vere rockstar. Dopo di noi suonano gli stilnovisti Bruno Marcio, da Sabaudia, ed è un tripudio di cazzi e bestemmie che ci fanno sentire un poco a casa nostra, notiamo nei testi fin troppi particolari in comune coi Bravi Ragazzi, realtà analoga delle nostre parti di qualche anno fa, e mi scende una lacrimuccia... Poi suonano i Kutso, e le Alpenliebe in me si vendicano. Se collegate i due fenomeni siete solo delle malelingue.


Torniamo nel nostro consueto bagno di folla (ormai ci stiamo viziando) e ci aspettano ancora delle sorprese! Il piccolo Edoardo ci fa un bellissimo ritratto, che potete vedere nella foto scattata dalla nostra albergatrice Clarissa, ci intratteniamo in un epico contest/scontro/scambio culturale di barzellette estreme (era giunta l'ora di esportare MEZZA CAGNA nella west coast!) col campione locale Paolo, e poi Gianmarco (starò a fà troppi nomi?), il colpevole di tutto ciò, ci porta un messaggio inaspettato. Stanno per suonare i Fast Animals And Slow Kids. Poco male, diremo. La sorpresa è che vorrebbero che si trasformassero nel nostro gruppo spalla: il passaparola virale ha provocato una piccola rivolta. Ci rivogliono sul palco per un bis, e tentano di corromperci con un pugno di drink card. Come osate?! Per chi ci avete pr... Ok!! L'unico ostacolo (un setto nano) è che i miei ballerini ormai erano totalmente ubriachi, ma non è mica la prima volta, eheh! Per cui una volta toltesi di mezzo quelle schiappe del nostro opening act ritorniamo e in rapida sequela riproponiamo "Lo Vuoi Nel Culo", "Burzum Due", "Sono Io La Fame Nel Mondo" (particolarmente apprezzata in zona), l'inedita "Pezzi Di Fiche" e "Robuste Dosi Di Cazzo". E poi? Poi ne vogliono ancora. Un NooZ ormai totalmente fuori controllo (poi mi toccherà fargli la punturina) mi complica la vita durante l'esecuzione finale di "Burzum", ultima richiesta dei nuovi adepti del Culto Della Tosse Grassa.


Torniamo a fare le rockstar in mezzo alla gente per il nostro secondo aftershow della serata. Tosi muore, io e NooZ parliamo di crisi del capitalismo e rivoluzione con un tipo del posto, poi si spegne tutto, ci cacciano. Si va a dormire? Macché! Il nostro autista Dario ci porta in una bisca clandestina nascosta egregiamente dove si trasferisce tutta la massa di malamente che prima era all'evento. Tosi resuscita e si mette a giocare a biliardo con NooZ. Ci rendiamo conto che Latina è un posto magico in cui il maschio sventola il proprio uccello per attirare la femmina, e funziona!! Prendiamo appunti, ma per stasera ci si limita a bere ancora. Alle 6,15 andiamo a dormire, purtroppo il tanto atteso gang bang non si terrà, e alle 10,20 al mio capezzale trovo gli altri due già pronti per andare a pranzo. E quindi, non prima di aver abusato di Clarissa che dorme, ce ne andiamo. Con la luce del sole ci ricordiamo che Latina, nonostante il Sottoscala 9, è una citta fascista. Mannaggia. Risaliamo l'Aniene e, trainati da NooZ nel ruolo di delfino, raggiungeremo in barca il Lago del Turano, e quindi anche il posto laddove consumeremo il nostro fiero pasto. Nella foto il momento in cui lo scorgiamo.
Saremo anche perseguitati da bambine con le tettine, ma questa se la raccontiamo ci arrestano.




4 commenti:

  1. Lieto di avervi avuti in palude....

    RispondiElimina
  2. siete fantastici!!!

    RispondiElimina
  3. son splendidamente ubriaco in foto!

    RispondiElimina
  4. "lo vuoi nel culo" è uno dei ritornelli più belli della storia della musica.

    RispondiElimina